ombra

Recensione Plus 500

Recensione Plus 500

Comprendere il funzionamento delle opzioni binarie è molto semplice, stuff
in quanto si hanno pochi elementi da valutare al momento della scelta, buy cialis e nell’ambito delle varie forme di trading sono la forma che più si avvicina all’effettuare una “scommessa”. Infatti chi investe in opzioni binarie non deve acquistare il sottostante sul quale questa è tratta, che può essere rappresentato dalle valute del Forex, da commodities, da azioni o obbligazioni, ma anche dall’andamento di particolari indici (ad esempio il Pil di un dato Paese, e così via), ma deve semplicemente azzeccare la giusta direzione verso cui si muoverà il mercato o l’indice stesso. Gli elementi da valutare sono:

–       la somma da investire, compresa tra un minimo e un massimo che varia da broker a broker;

–       il guadagno che si potrà ottenere (che è fisso e si conosce a priori, e non è condizionato dalle fluttuazioni che potrà subire il mercato nell’orizzonte temporale considerato);

–       il rischio collegato all’operazione misurato in termini di perdita se la scelta dovesse essere sbagliata (e c’è da notare che la perdita, anche se fissa, è sempre maggiore del guadagno che si può ottenere);

–       la durata del contratto che viene scelta (ad esempio 30 minuti, un’ora, ecc);

–       e lo strike price (ovvero il valore che seve essere “battuto” alla chiusura del contratto.

Tutti questi dati vengono fissati liberamente dai broker, per cui ci sarà una grande differenza delle condizioni che si possono trovare in qualsiasi momento sul mercato, così come le differenti modalità di opzioni binarie tra cui scegliere: ci sono quelle che richiedono che alla scadenza lo strike price venga toccato, quelle che invece pagano se ciò non dovesse accadere, e vi sono anche quelle di tipo double che si riferiscono a due strike price, e così via.

Per comprenderne meglio il funzionamento riferiamoci alle opzioni binarie di tipo più semplice, ovvero quelle con un solo strike price e la scelta tra l’opzione call o l’opzione put. Se si ritiene che ad esempio lo strike price alla scadenza verrà superato dal valore del sottostante dell’opzione binaria, allora si opterà per una opzione call, in caso contrario per una put. Quindi se effettivamente alla scadenza il prezzo sarà superiore allo strike price si otterrà il guadagno fisso noto al momento dell’apertura del contratto altrimenti si subirà la relativa perdita, indipendentemente dal valore che il sottostante ha acquistato o le su variazioni, durante il periodo di validità del contratto stesso.
Comprendere il funzionamento delle opzioni binarie è molto semplice, stuff
in quanto si hanno pochi elementi da valutare al momento della scelta, buy cialis e nell’ambito delle varie forme di trading sono la forma che più si avvicina all’effettuare una “scommessa”. Infatti chi investe in opzioni binarie non deve acquistare il sottostante sul quale questa è tratta, che può essere rappresentato dalle valute del Forex, da commodities, da azioni o obbligazioni, ma anche dall’andamento di particolari indici (ad esempio il Pil di un dato Paese, e così via), ma deve semplicemente azzeccare la giusta direzione verso cui si muoverà il mercato o l’indice stesso. Gli elementi da valutare sono:

–       la somma da investire, compresa tra un minimo e un massimo che varia da broker a broker;

–       il guadagno che si potrà ottenere (che è fisso e si conosce a priori, e non è condizionato dalle fluttuazioni che potrà subire il mercato nell’orizzonte temporale considerato);

–       il rischio collegato all’operazione misurato in termini di perdita se la scelta dovesse essere sbagliata (e c’è da notare che la perdita, anche se fissa, è sempre maggiore del guadagno che si può ottenere);

–       la durata del contratto che viene scelta (ad esempio 30 minuti, un’ora, ecc);

–       e lo strike price (ovvero il valore che seve essere “battuto” alla chiusura del contratto.

Tutti questi dati vengono fissati liberamente dai broker, per cui ci sarà una grande differenza delle condizioni che si possono trovare in qualsiasi momento sul mercato, così come le differenti modalità di opzioni binarie tra cui scegliere: ci sono quelle che richiedono che alla scadenza lo strike price venga toccato, quelle che invece pagano se ciò non dovesse accadere, e vi sono anche quelle di tipo double che si riferiscono a due strike price, e così via.

Per comprenderne meglio il funzionamento riferiamoci alle opzioni binarie di tipo più semplice, ovvero quelle con un solo strike price e la scelta tra l’opzione call o l’opzione put. Se si ritiene che ad esempio lo strike price alla scadenza verrà superato dal valore del sottostante dell’opzione binaria, allora si opterà per una opzione call, in caso contrario per una put. Quindi se effettivamente alla scadenza il prezzo sarà superiore allo strike price si otterrà il guadagno fisso noto al momento dell’apertura del contratto altrimenti si subirà la relativa perdita, indipendentemente dal valore che il sottostante ha acquistato o le su variazioni, durante il periodo di validità del contratto stesso.
La Plus 500 è una delle piattaforme per il Forex trading più usata, recipe soprattutto in quanto è caratterizzata da un uso abbastanza semplice per quanto riguarda l’aspetto operativo, more about ed è dotata di tantissimi grafici, tabelle e strumenti vari che svolgono una funzione di grande supporto alle scelte dei vari investitori. Mancano gli strumenti formativi veri e propri, una carenza che però viene perfettamente bilanciata dall’esistenza di un canale Youtube proprio di Plus500 dove si possono trovare risposte e strategie per ogni livello di esperienza, e la presenza di un Demo (da scaricare) che consente di fare esperienza senza alcun limite (né di tempo e né di denaro virtuale).

La Plus 500 è specializzata soprattutto in Contratti per Differenza (CFD), sulle valute internazionali, sugli indici dei mercati finanziari, sulle azioni e sulle materie prime. In più offre un’ampia scelta anche sul tipo di piattaforma da utilizzare: la piattaforma su browser (la Web Trader), la piattaforma in download (la Windows Trader) e la piattaforma per smartphone (la mPlus500). Voto alla piattaforma: 9

Per quanto riguarda le possibili tecniche da mettere in atto, queste comprendono le metodologie dello Stop Loss e Stop operativo, Limite d’entrata e Limite di profitto, ed anche Ordini di mercato. Quindi si tratta di una piattaforma che consente anche di effettuare trading ad alta velocità. Voto: 9

Interessanti i bonus che vengono presentati in due tipologie: un bonus di 25 euro completamente gratuito che viene versato automaticamente sul conto gioco del trader non appena questi avrà completato le varie fasi di registrazione, e un bonus collegato agli investimenti, i cui importi variano in funzione della somma depositata ( i bonus andranno richiesti inserendo il codice bonus collegato):

– deposito minimo di 100 euro, bonus 30 euro, con il codice FIRST100

– deposito minimo di 500 euro, bonus 150 euro, con il codice FIRST500

– deposito minimo di 750 euro, bonus 200 euro, con il codice FIRST1000

– deposito minimo di 5.000 euro, bonus 1000 euro, con il codice FIRST5000

– deposito minimo di 7.500 euro, bonus 1500 euro, con il codice FIRST10000

– deposito minimo di 50.000 euro, bonus 7000 euro, con il codice FIRST50000

Il deposito minimo è di 100 euro, mentre l’importo minimo da investire è di 25 euro.

Voto 9,5

Lo spread (commissione) è fissato a 2 Pips. La Leva finanziaria è 1:50 e si possono usare i principali metodi di pagamento per versare e prelevare (compresi paypal e postepay e per le carte di credito Visa, Mastercard e Amex). Il voto complessivo  per questa piattaforma è 9 solo perché manca l’autorizzazione (non obbligatoria) da parte della Consob.